#9 | ABITANTI

ABITO_GIUSTO cerca casa

Lo spaccio di cultura è un luogo che accoglie le persone e crea relazioni in una comunità di prossimità. Ogni mercoledì, grazie a www.tradiradio.org, la piattaforma culturale della Rete Italiana di Cultura Popolare si mette in ascolto delle realtà e delle storie di chi vive il territorio.

Oggi le storie degli abitanti parlano di casa e lasciano un messaggio nella bacheca della Portineria rivolto a tutti da parte dell’Associazione Arteria Onlus.

Una è la storia di Momo, un ragazzo egiziano che ha trovato casa a Porta Palazzo e l’altra è quella di Tiziano, proprietario di un appartamento nel quartiere Aurora che ha deciso di metterlo in affitto. Momo ha 24 anni, si è diplomato lo scorso anno in un prestigioso istituto tecnico di Torino, ma la sua vera passione è la letteratura: può capitare di incontrarlo mentre legge un testo di Shakespeare seduto su una panchina di Porta Palazzo. Dal 2019 ha aderito al progetto Abito Giusto e ora, insieme al suo coinquilino, ha finalmente un contratto di affitto a lui intestato. Il suo prossimo obiettivo è iscriversi all’università.

Tiziano ha 47 anni, è un imprenditore. Ha investito in un appartamento in Aurora e, grazie al contatto di un amico comune, ha saputo del progetto Abito Giusto. Da quasi un anno nel suo alloggio, nel condominio dove è nato Gipo Farassino, vivono 2 ragazzi guineani.

ABITO_GIUSTO è un progetto attivo dal 2018, nato per sperimentare forme di autonomia abitativa per giovani stranieri in età compresa tra i 18 e 35 anni, che, pur con un reddito da lavoro, non hanno le garanzie sufficienti per accedere al mercato immobiliare della locazione. Oggi cerca nuovi proprietari e appartamenti da affittare: alloggi bilocali per aiutare altri giovani lavoratori stranieri.